IVA sulle accise di bollette ENEL e GAS non dovuta

Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.

Sapevate dell’esistenza del rimborso IVA sulle bollette della luce e del gas? IVA sulle accise di bollette ENEL e GAS non dovuta. Il caso è esploso su tutti i media dopo il ricorso fatto da un cittadino del Veneto contro la nota azienda dell’Enel, erogatrice del servizio di energia elettrica. Al termine di un procedimento durato cinque mesi, il cittadino alla fine è riuscito ad ottenere la sua vittoria.

La storica sentenza emessa dal Giudice di Pace di Venezia stabilisce difatti la presenza ingiustificata in bolletta dell’IVA sulle accise. La cosiddetta “tassa sulla tassa” è stata dichiarata illegittima dal Giudice e l’azienda Enel dovrà risarcire il cliente per aver pagato ingiustamente una somma superiore a quella dovuta.

Tutti sanno che nelle attuali bollette è prevista la voce di spesa relativa all’Imposta sul Valore Aggiunto (IVA), un aggravio che paghiamo comunemente, ma che i liberi professionisti e le aziende possono anche scaricare.

In realtà quell’imposta si rivela una doppia tassazione in quanto viene applicata anche sulle accise.

Il Giudice è arrivato a queste conclusioni in virtù di una precedente sentenza della Corte di Cassazione a Sezioni Unite (la sentenza n°3671/97), in cui era stato specificato che “salvo deroga esplicita, un’imposta non costituisce mai base imponibile per un’altra”. Partendo da queste riflessioni e dallo studio del caso, il Giudice di Pace ha emanato così il suo decreto ingiuntivo contro l’Enel.

La nota azienda fornitrice dell’energia elettrica sarà pertanto costretta a rimborsare il cittadino della somma di 103.78 euro, aggiungendo però anche gli interessi e le spese legali. Si tratta di otto bollette relative alla fornitura di gas e di dodici bollette per la fornitura dell’elettricità. Andando ancora più a fondo della questione, bisogna precisare che l’imposta dell’IVA non può essere applicata su tutte le voci che compaiono in bolletta (quindi sull’importo totale), ma solo sui servizi di vendita e sui servizi di rete.

Questo vale per qualsiasi bolletta della luce e del gas in cui siano presenti accise o addizionali regionali (come accade per la bolletta del gas). Tuttavia la stessa Enel in una nota scritta a gennaio del 2016 aveva puntualizzato che “la fornitura di gas ed energia elettrica, operata sul territorio nazionale e nell’esercizio dell’attività d’impresa, è soggetta ad IVA, da applicarsi sull’ammontare complessivo dei corrispettivi dovuti dal cliente al venditore. Anche l’applicazione dell’IVA, ed il relativo pagamento, sono a carico del venditore della commodity che ha poi il diritto di richiederne il pagamento ai propri clienti”.

Questo significa che esiste una normativa comunitaria a livello europeo a cui i fornitori di gas e luce fanno riferimento per poter imporre l’IVA anche sulle accise presenti in bolletta.

Ciò lascerebbe intendere che sia previsto a monte di dover pagare l’Imposta sul valore Aggiunto anche sulle eventuali accise. Ad oggi l’Enel non ha mosso comunque ricorso, ritenendo che le accise siano stabilite in realtà dalle stessi leggi dello Stato Italiano, per cui la sentenza è passata in giudicato.

IVA sulle accise di bollette ENEL e GAS non dovuta

Rivolgiti a D’Errico Law Firm, uno specialista ti fornirà la dovuta assistenza in materia.

D’Errico Law Firm – Caserta

Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.